Willis and Towers Watson have merged. Visit willistowerswatson.com

Willis Risk Consulting offre un approccio innovativo per la valutazione e la gestione dei rischi da interruzione della supply chain.

Le imprese moderne si trovano ad operare in contesto sempre più complesso, contraddistinto da un livello crescente di competizione globale. Questo si traduce in Supply Chain caratterizzate da una complessa rete di relazioni, con una conseguente esposizione a fattori di rischio spesso difficilmente prevedibili, ma in grado di condizionare in maniera significativa la profittabilità del business.

Potenziali esposizioni possono essere identificate in corrispondenza di tutti i processi e le relazioni che costituiscono una Supply Chain. Rischi possono infatti riferirsi sia ad attività interne all’azienda, come i processi di produzione e gestione delle scorte, sia esterne, quali la gestione dei rapporti con i fornitori ed i clienti.

Le relazioni critiche presenti nella complessa rete della Supply Chain dovrebbero dunque essere oggetto di un continuo processo di analisi, misurazione e controllo, in modo da prevenire, ridurre e gestire il rischio di interruzione della catena.

Per tutti i settori industriali le performance della Supply Chain possono essere un reale differenziale competitivo. La gestione efficace della Supply Chain e dei suoi rischi non solo contribuisce al raggiungimento delle prestazioni volute, ma può addirittura costituire un prerequisito fondamentale per il successo dell’azienda.

Per rispondere alle crescenti esigenze del mondo industriale, Willis Risk Consulting ha sviluppato un approccio innovativo denominato SURF (Supply Risk Filtering) per valutare i rischi di interruzione della Supply Chain e cogliere le opportunità derivanti dall’impostazione di un sistema integrato di valutazione, gestione e controllo del rischio.

La metodologia adottata da Willis Risk Consulting (Team Dedicati\Risk Consulting) consente di ottenere i seguenti risultati e benefici:

  • Modellazione della Supply Chain e mappatura della dipendenza da risorse, fornitori e clienti critici (interni ed esterni al Gruppo di appartenenza).
  • Identificazione dei rischi da interruzione della Supply Chain a cui è esposta l’azienda.
  • Valutazione dell’impatto economico dei rischi sull’attività dell’azienda.
  • Identificazione e valutazione dei controlli in essere per la mitigazione dei rischi.
  • Valutazione dell’esposizione della Supply Chain a rischi da interruzione in termini di Resilience, Robustness, Redundancy (3-R).
  • Definizione di nuove strategie di controllo dei rischi ed attribuzione di responsabilità all’interno dell’azienda.
  • Valutazione dei rischi residui a valle delle azioni di gestione e controllo proposte.
  • Identificazione di opportunità ed opzioni derivanti da un efficace sistema di gestione dei rischi.
  • Ottimizzazione della strategia di trasferimento assicurativo dei rischi da Business Interruption (Danni Indiretti).

Willis nella Storia

Sapevate che Willis è stato il broker del disastro dell’impianto di trivellazione Piper Alpha North Sea, Il più grande sinistro del mercato energetico?