Willis and Towers Watson have merged. Visit willistowerswatson.com

Il processo di quotazione in borsa di una Società è una tra le operazioni finanziarie più complesse e costose per un’impresa e implica un’esposizione a forme specifiche di responsabilità per la Società e per i suoi Amministratori.

Così, al fine di tutelare le imprese e i loro amministratori impegnati in queste operazioni di finanza straordinaria, la practice Financial Lines di Willis ha studiato delle coperture adattabili agli specifici profili di rischio delle società che si affacciano al mercato borsistico.

Il management di una Società è normalmente protetto da una polizza D&O, tuttavia, tale polizza è destinata ad arginare possibili contestazioni relative alla gestione ordinaria. Le richieste di risarcimento derivanti da operazioni di finanza straordinaria, come appunto la quotazione in Borsa, potrebbero risultare pertanto scoperte. Intervenire sulla polizza D&O, modificandola per coprire i sinistri relativi alla categoria Securities Claims, è certamente una soluzione meno efficace rispetto alla sottoscrizione della specifica polizza IPO.

Quest’ultima, presenta infatti degli innegabili vantaggi rispetto all’eventuale estensione di polizza D&O che vi riportiamo di seguito:

  • La polizza nasce per una durata di almeno cinque anni. In tal modo, si ovvia alla possibilità che, in corso di validità, l’assicuratore, qualora riscontri un aggravamento del proprio rischio, possa disdire la polizza lasciando l’impresa senza un’adeguata copertura.
  • Il premio è corrisposto in un'unica soluzione per l’intero periodo e il costo della copertura assicurativa rientra tra le varie ed inevitabili voci di spesa ascrivibili all’operazione straordinaria (legal, sponsor, advisor, pubblicità..).
  • Il massimale è interamente dedicato a questa specifica copertura e si evita quindi il rischio, in caso di sinistro, di erodere il massimale della polizza D&O.

Queste sono le ragioni per cui crediamo di dover sensibilizzare le aziende che pianificano operazioni di finanza straordinaria, ad acquistare uno strumento autonomo ed indipendente rispetto alla copertura già acquisita per coprire le responsabilità di amministratori e dirigenti.

La Prospectus Liability Insurance copre sia i rischi derivanti dalla stesura dei documenti contenenti le informazioni sulla Società e sugli strumenti finanziari offerti, sia quelli derivanti dalle attività precedenti la quotazione, in connessione al procedimento stesso. La polizza copre inoltre le responsabilità derivanti da delisting e dall’emissione di titoli obbligazionari.

Sono generalmente tutelati:

  • l’impresa emittente nuovi titoli;
  • l’azionista venditore;
  • tutte le persone che rivestono o hanno rivestito la qualifica di amministratore, dirigente, dipendente della società emittente;
  • gli intermediari finanziari che curano il collocamento dei titoli sul mercato in caso di manleva (se richiesto).

Il massimale abitualmente proposto è allineato a quello della polizza D&O in corso per la società, ma viene anche calibrato in base al flottante collocato con l’operazione di finanza straordinaria.

Per procedere ad una richiesta di quotazione, è necessario e sufficiente, poter disporre del prospetto informativo. Qualora questo documento non fosse ancora stato reso pubblico e quindi non utilizzabile nei confronti dei mercati assicurativi, le parti, attraverso lo scambio di un Confidentiality Agreement possono procedere con la quotazione tutelando le informazioni sensibili.

Contatti:


Ingegneri Architetti

email: ITA_ingegneriarchitetti@willis.com

tel: 800 992 920


Dipendenti Sanità Pubblica

email: ITA_assicurazionisanita@willis.com

tel:02 92 21 00 00

Infermieri Operatori Socio Sanitari

email: IT_affinity@willis.com

tel:02 92 21 00 00


Willis nella Storia

Sapevate che Willis è stato il broker riassicurativo di Hindenburg, il dirigibile tedesco esploso nel 1937?